Linee guida

 

Chi partecipa

Chiunque può formulare proposte e rappresentarle, ad eccezione di chi ha già incarichi direttivi tecnici o politici. Tutti i residenti a partire dai 16 anni possono supportare le proposte e votare i progetti finalisti.

Come si partecipa

Si partecipa attraverso modalità digitali e cartacee. Puoi partecipare ad eventuali incontri organizzati dal Comune, auto-organizzati dai singoli cittadini e/o associazioni. È prevista un’Assemblea deliberativa il 15 settembre aperta a tutti i cittadini, che avrà la possibilità di nominare due delegati che potranno elaborare un massimo di due proposte che avranno direttamente accesso alla fase di valutazione e progettazione. È già possibile accedere alla piattaforma online per lavorare alla bozza della proposta, che potrà essere pubblicata a partire dall’avvio della fase di proposta e supporto a partire dal 17 settembre. Nel frattempo, è possibile utilizzare la piattaforma BiPart per iniziare ad interagire con la cittadinanza condividendo l’idea e raccogliendo feedback fra gli altri cittadini. Le fasi successive sono quelle di proposta e supporto, in cui ogni cittadino può pubblicare online le proposte e supportare quelle pubblicate o farsi supportare dall’Amministrazione comunale FAQ. Le più supportate avranno accesso alla fase di valutazione e progettazione in cui i cittadini proponenti costruiscono il proprio progetto con i tecnici del Comune. Infine, sarà possibile votare sia online o offline ii progetti finalisti per stabilire quali avranno accesso al finanziamento. Clicca qui per saperne di più! Guarda le fasi o scarica il Regolamento aggiornato al 27 giugno.

Limite di spesa ammesso

Il tetto massimo di spesa indicato dalla Amministrazione Comunale per le proposte del Bilancio Partecipativo è pari 100.000,00 euro, cioè tutto il budget previsto.

La verifica di fattibilità

La verifica delle proposte emerse dalla fase di proposta e supporto sarà effettuata da una Commissione Tecnica formata da tecnici dei settori comunali competenti e dal settore finanziario, in base ai quattro seguenti criteri:

  1. Competenza: l'oggetto della proposta deve essere di competenza del Comune, non di altri livelli istituzionali o di altri enti.
  2. Programmazione: l'intervento non deve far parte di quelli già finanziati.
  3. Fattibilità: la proposta deve essere fattibile in ordine a criteri di valutazione esclusivamente tecnici, eventualmente individuando la soluzione migliore al problema segnalato, e coerente con gli strumenti urbanistici vigenti. Se una proposta non è tecnicamente realizzabile, essa viene esclusa dal bilancio partecipativo, salvo che non possa essere realizzata con forme differenti da proporre e discutere con il cittadino proponente. Tali modifiche non devono snaturare il contenuto sul quale la proposta ha raccolto i supporti dai cittadini.
  4. Costo stimato: la previsione di costo per la realizzazione dell'intervento (progettazione inclusa) non dovrà superare il tetto massimo di spesa. Una proposta che richieda un budget superiore a quello disponibile può essere ammessa solo se ridimensionabile senza che ne venga snaturata la sostanza e le finalità.

A seguito della verifica le proposte saranno suddivise in tre categori

  • proposte fattibili, ammesse alla votazione finale
  • proposte parzialmente fattibili, ovverosia ammesse con riserva. I cittadini proponenti ricevono dei feedback dalla Commissione Tecnica ed hanno 2 settimane di tempo per replicare con altre proposte o modificare in testo al fine di renderle fattibili.
  • proposte escluse, di cui viene data motivazione da parte della Commissione Tecnica.

I proponenti delle proposte escluse lavoreranno comunque con l’amministrazione comunale per trovare soluzioni valide per portarle avanti.

Votazione

I progetti ammessi e le informazioni sulla fase di voto saranno comunicati alla cittadinanza attraverso modalità offline e online. Sarà comunque previsto il voto sulla piattaforma o, in alternativa, delle postazioni negli spazi del Comune. La fase di voto si concluderà con la comunicazione dei progetti vincitori, predisposta sulla base delle preferenze espresse on-line e con strumenti cartacei. Saranno inseriti nel Bilancio di Previsione 2019-2020 i progetti che riceveranno il maggior numero di preferenze entro la quota di bilancio stanziata.

Realizzazione delle proposte

Saranno avviati a realizzazione i progetti secondo l'ordine della classifica, fino al raggiungimento del tetto massimo di spesa. Per garantirne la realizzazione, i progetti in graduatoria con costi superiori al budget residuo possono essere ridotti – mai aumentati – fino ad un massimo del 20% della cifra richiesta. Qualora la riduzione del budget comprometta l’efficacia del progetto, a giudizio della Commissione Tecnica, si passerà al progetto successivo in graduatoria.

Scarica lRegolamento